martedì 17 dicembre 2013

Pranzo a base di tartufo bianco


Ladyna che si gode un tiepidissimo sole sugli scogli

Un bellissimo weekend al mare conclusosi con una capatina al festival dei sapori che si svolgeva a Sanremo dal 5 all'8 dicembre, foodlover come sono non potevo mancare a questo appuntamento anche se immaginavo di trovare più espositori e più degustazioni, i realtà si trattava di pochi espositori, purtroppo.


Nonostante questo non son tornata a casa a mani vuote, ma con un pochino di "oro bianco": un bel tartufino bianco proveniente dal Piemonte, profumatissimo!!! 

A causa della protesta dei forconi, abbiamo anche rischiato di non rientrare a Piacenza dato che avevano chiuso l'ingresso dell'autostrada e letteralmente bloccato tutta la città.. poco male: con le temperature miti di Imperia ci saremmo anche rimasti volentieri qualche giorno in più a 15°C e senza giubbotto fino alle 4 di pomeriggio anzichè rientrare a -2°C e con la nebbia!!!


Ho cucinato un bel pranzetto tutto a base di tartufo con due ricette super semplici che potessero permetterci di assaporarlo al meglio ed esaltare il suo gusto senza coprirlo: tagliatelle fatte in casa e uovo all'occhio di bue!


Le tagliatelle le ho fatte io stessa usando la pasta da quella avanzata dalla preparazione degli anolini , ma vi metto comunque una ricetta per farle


Ingredienti per la pasta
1 uovo ogni 100 g di farina
olio qb
(sale facoltativo)

Procedimento
Impastate un uovo ogni 100 g di farina.
Io uso più tuorli per avere la pasta più gialla, ma va a gusti.
Impastate per almeno 15 minuti per averla bella elastica ed omogenea (santo Bimby che mi salva!).
Prima di lavorarla lasciatela riposare una mezzoretta.
La pasta deve essere soda, non appiccicosa, se no risulta difficile fare le sfoglie.
In questo caso, vi dicevo, ho tagliato le sfoglie con il coltello e non con l'attrezzino apposito per far le tagliatelle.
Ho infarinato leggermente una sfoglia e poi l'ho arrotolato su se stessa per tagliarla più facilmente e poi l'ho distesa sul vassoio per farla asciugare.

Per il condimento
1 tartufo
1 spicchi di aglio
1 noce di burro

Procedimento
 Ho fuso il burro nel wok di rame e ho aggiunto uno spicchio di aglio (che poi ho rimosso) ed un po' di tartufo bianco. Nel mentre ho fatto cuocere le tagliatelle in acqua salata bollente, le ho scolate e versate nel wok per condirle con il burro e tartufo. Una volta messe nel piatto, ho aggiunto altre scagliette sottili di tartufo bianco.



L'uovo all'occhio di bue invece non ve lo spiego nemmeno! Ho semplicemente aggiunto le scagliette di tartufo una volta cotto e messo nel piatto.